INFO

I tuoi biglietti

  • Quantità 0
  • Totale € 0,00

Info Evento

Anteprima nazionale
Marta Dalla Via, Silvia Gribaudi
The Doozies
Eleonora Duse, Isadora Duncan e noi

MARTA DALLA VIA e SILVIA GRIBAUDI
To be doozy è un’espressione colloquiale Americana di etimologia incerta. Potrebbe indicare il fiore, la margherita (daisy in Inglese), potrebbe riferirsi ad una lussuosa marca di automobili sportive (Dusenberg) oppure, ed e’ la nostra opzione preferita, potrebbe omaggiare Eleonora Duse e il suo cognome italiano pronunciato goffamente oltreoceano: “Doozay” “Doozee” “Doosay”.

Essere doozy significa essere stupefacenti, essere fuori dall’ordinario, essere così particolari da lasciare a bocca aperta. Eccezionalmente bravi o eccezionalmente pessimi, in parole semplici: strambi. Esserlo o non esserlo? Esserlo, perché, secondo noi, è un complimento. Con questa convinzione nel cuore ci siamo dedicate all'ideazione e alla creazione di uno spettacolo, ispirato alla rivoluzione artistica e umana di due eroine che hanno vissuto per e nella danza, per e nel teatro. Le biografie di Isadora Duncan e di Eleonora Duse sono un’appassionante fucina di spunti narrativi e politici. Attraverso il loro esistere anticonvenzionale sono state pioniere del femminismo, del capocomicato, di un’arte che si preoccupi del presente.

Queste Doozies senza trucco, senza punte, giudicate spesso fisicamente non conformi ai canoni estetici del loro tempo, grazie alla loro naturale originalita’ hanno generato stupore e meraviglia lasciando immense eredita’ per le generazioni future. Dove sono questi lasciti, ci siamo chieste, visto che, a più di cento anni di distanza, ci troviamo ad affrontare gli stessi identici discorsi in palco e fuori, le stesse battaglie per la parità, per i giusti compensi, contro la dittatura del physique du role e dei repertori stantii?. Ecco, accettando, la nostra condizione di artiste che non faranno la storia, ricominciamo il giro. Libere di danzare e recitare libere.

Non siamo Duse, non siamo Duncan, siamo solo due copione, originali però.

Gli spettacoli saranno preceduti dagli interventi Finestre segrete di Eleonora Duse di e con Maria Pia Pagani, ricercatrice in Discipline dello Spettacolo all’Università degli Studi di Napoli Federico II.