INFO

La vendita on-line per questa manifestazione è conclusa

INFO

Si dicono grandi cose di questo giovane sassofonista israeliano di stanza a New York, qui giunto al secondo lavoro da leader alla testa di un quartetto che include Nitai Hershkovits (piano)
Petros Klampanis (bass) e Colin Stranahan (drums).
Quello che, ormai, è diventata la sua firma, è un forte equilibrio tra modern jazz, avanguardia e l’antica e ricca tradizione del jazz, in particolar modo il legame con le melodie che omaggiano spiccatamente John Coltrane. Oded Tzur possiede una tale incisività che lo si apprezza fin dal primo ascolto. Ciò che si coglie in modo naturale è l’omogeneità di tutta la band, che riesce a valorizzare tutti i componenti: i tasti di Hershkovits, il contrabbasso di Klampanis e la batteria di Stranahan, che sostengono con forza l'andamento ascensionale del sax di Tzur, spesso impegnato su fraseggi reiterati nei temi ma non nelle forme espressive, sempre diverse per forma e struttura dinamica. Da notare la capacità del musicista di alterare il suono del suo sax tenore, che spesso richiama alla mente strumenti diversi, con effetti espressivi estremamente interessanti.

Lineup

Oded Tzur (tenor saxophone)
Nitai Hershkovits (piano)
Petros Klampanis (bass)
Colin Stranahan (drums)