INFO

La vendita on-line per questa manifestazione è conclusa

INFO

Un gradito ritorno anche quello di Silvia Gribaudi, che porta a Danae un progetto ideato e realizzato insieme alla musicista Sara Michieletto e alla fotografa e documentarista Elisabetta Zavoli, grazie agli stimoli ricevuti da queste ultime durante una loro residenza artistica in Amazzonia nel 2019.

Le tre artiste si uniscono per invitare il pubblico a vivere un’esperienza giocosa arborcentrica. Cambium esprime la necessità di un cambio di paradigma della società umana: viviamo in un mondo in cui la prospettiva antropocentrica tende a non riconoscere gli altri esseri viventi come delle soggettività e ad escludere tutte le altre forme di vita, ponendo l’uomo al centro e al di sopra di ogni cosa.

Cercare di “vedere” come altre singolarità non umane vedono il mondo, e provare a immaginare come le diverse prospettive interagiscano, può permettere di “svelare” la rete di relazioni da cui tutte le vite dipendono.

“Abitare” punti di vista di altri esseri viventi porta a sfumare i confini che separano i singoli individui e a farci sentire una parte del tutto.

TUTTI GLI EVENTI di Danae Festival 2021