INFO

Biglietti

€ 10,00+ € 2,00 d.p.
  • Biglietti 0
  • Totale € 0,00

Info Evento

LA REGINA DELLA NU-DANCE ITALIANA È PRONTA A SALIRE DI NUOVO SUL PALCO

Dopo il successo del lungo COOL TOUR che l’ha portata a esibirsi prima nei migliori festival estivi della penisola e poi nei club, l’avventura dal vivo di cmqmartina continua nel 2023.

Anticipato dai singoli "123 medicine" e "ambigua", il 17 giugno scorso su Columbia Records / Sony Music Italy è uscito  "VERGOGNA", il terzo album in studio di cmqmartina.

Arriva dopo il successo di “DISCO” (2020) e “DISCO 2” (2021) ed è impreziosito dal team di producers composto da Mr. Monkey, Leonardo Lombardi, Marco Barbieri e Splendore, "persone che stimo - commenta Martina - che considero amiche e che hanno contaminato il mio disco con i loro sentimenti e il loro gusto facendolo diventare più prezioso".

Come ci ha già dato modo di scoprire con i due singoli estratti dall'album, questo disco ci consente di conoscere diverse sfumature di cmqmartina: dal suo lato più intimo alla cassa dritta e alle sonorità techno che l'hanno sempre contraddistinta.

In VERGOGNA ogni parola e ogni suono sono un rifugio, un porto sicuro per chi, grazie alla musica, si sente un po' meno solo.

"La vergogna è un sentimento che mi sono portata dentro per molto tempo e vorrei trasformare questa parola e questa sensazione nel mio manifesto. Ho capito che la vergogna per essere se stessi può diventare un punto di forza. In questo disco cerco di lasciarmi andare alle emozioni che ho provato e alle persone che ho incontrato in questi mesi analizzandole nei particolari. Ho scoperto nuovi approcci e nuove influenze musicali che mi hanno fatto concepire la musica e scriverla in modo diverso. credo più aperto. Nel disco abbiamo registrato archi veri, un hammond degli anni 60 e sintetizzatori pazzeschi. Scrivo canzoni per riordinare i pensieri e per capire meglio il rapporto che ho con ciò che mi circonda. Le canto per chi non trova le parole e riesce a specchiarsi nelle mie. Per sentirsi un po’ meno persi".