INFO

Attenzione: le prevendite online sono attualmente terminate.
Torna a trovarci per scoprire se l'organizzatore mette in vendita nuove disponibilità!

INFO

--- tessera ARCI obbligatoria / Admission only with Arci membership Card---
VANISHING TWIN (Uk/Fire Records) Pur provenendo da varie parti del mondo (UK, Belgio, Francia, USA, Giappone e Italia), la cantante e multistrumentista Cathy Lucas (Fanfarlo, Anna Calvi, Daughter...), la batterista Valentina Magaletti (Raime, Tomaga, Neon Neon), il bassista Susumu Mukai (aka Zongamin, basso anche nei Floating Points), il tastierista e chitarrista Phil M.F.U. (Man From Uranus, Broadcast) hanno scelto l’Inghilterra come culla creativa del progetto Vanishing Twin. Le peculiarità  del gruppo non si esauriscono nel particolare incrocio culturale: ad accomunare le loro scelte è anche l’interesse per le teorie dell’antropologo A. David Napier, espresse nel saggio “The Age Of Immunology”, nel quale l’autore argomenta una curiosa e affascinante ipotesi sul legame tra politiche sociali e sistema immunitario. Tre Ep e un primo album autoprodotto (“Choose Your Own Adventure” del 2016) hanno nel frattempo messo in campo l’attitudine stilistica della band, che a molti potrà  ricordare gli Stereolab più morbidi e lounge: da“Dots And Loops” a “Sound-Dust”, per intenderci. A onor del vero “The Age Of Immunology” offre uno spaccato stilistico più complesso. I 6 minuti abbondanti di “Backstroke” sono in tal senso esemplari: il tono vespertino alla Stereolab è infatti disturbato da ossessioni ritmiche r&b e stilemi kraut-rock che sposano la glacialità  dei Can con il neo-futurismo degli Aphex Twin. Ancor più ardite sono le atmosfere alla Sun Ra’s Arkestra che agitano le acque di “KRK (At Home In Strange Places)”, un brano registrato durante un live set con un i-Phone, nel quale la band tra splendide distrazioni psichedeliche e geniali intuizioni ritmiche cita anche un refrain della Penguin Cafè Orchestra. Pur coltivando un territorio dal quale gruppi come Broadcast e Stereolab hanno già  estratto i frutti migliori, i Vanishing Twin si svincolano agilmente dalle loro influenze grazie a una padronanza tecnica non comune. Tra lunghe divagazioni esoteriche (“You Are Not An Island“) e affascinanti sonorità  cosmic-jazz (“Language Is A City (Let Me Out!)”) il gruppo mette in campo anche un brioso singolo pop-lounge (“Magician's Success”) ingentilito da un romanticismo alla Morricone/Umiliani. Fermo restando il valore del collettivo, la cantante Cathy Lucas e la batterista Valentina Magaletti sono il motore pulsante di “The Age Of Immunology”. Quest’ultima è l'autentica protagonista dell’incisivo downbeat-lounge alla Kruder & Dorfmeister di “Cryonic Suspension May Save Your Life” e dello stimolante breakbeat che scivola verso un raffinato funk futurista di “Planè te Sauvage”: due brani destinati a interessanti evoluzioni in sede live. Multietnico, multilinguistico, multistilistico, il nuovo album dei Vanishing Twin celebra il pluralismo culturale con un magico mix di esoterismi sonori e groove tribali/rituali. Un progetto destinato a resuscitare interesse per uno stile musicale che da anni sembrava vittima dell’autocompiacimento. Benvenuti nel futuro, benvenuti nella “Age Of Immunology”.