Attualmente non ci sono date in programma per Crashdïet

Per scoprire in anteprima le nuove date di Crashdïet, iscriviti alla nostra newsletter!

Crashdïet

Tra le band culto della scena sleaze metal, i Crashdiet fanno rivivere gli anni d’oro del glam anni ’80, con una più pronunciata componente punk, sonorità più grezze e uno stile che si può definire più audace. La band si forma nel 2000 prendendo ispirazione da icone come Skid Row, Guns’n’Roses, Kiss e W.A.S.P. con l’intento di riportare l’energia e la bellezza del rock’n’roll “imprevedibile e pericoloso”. I Crashdiet hanno guadagnato negli anni una schiera di fan fedeli e accaniti nonostante i cambi di formazione che hanno visto l’alternarsi di ben quattro frontman diversi, tra cui la recentissima new entry Gabriel Keyes.

La svolta della band è datata 2004, anno in cui firmano con la Universal, diventando la prima band sleaze a firmare con una major in più di dieci anni. L’anno successivo esce il disco di debutto ‘Rest In Sleaze’ con cui pubblicano i singoli ‘Riot in Everyone’, ‘Breaking the Chainz’, ‘Knokk ‘Em Down’ e ‘It’s a Miracle’.

Gli anni successivi sono segnati dalla tragica perdita del cantante Dave Lepard con conseguente pausa del progetto. Nonostante i momenti difficili i Crashdiet decidono di continuare il proprio percorso: l’anno successivo arruolano il cantante H. Olliver Twisted con cui pubblicano il secondo album ‘The Unattractive Revolution’ ma la collaborazione dura poco e nel 2008 Olliver lascia la band.

Segue poi la pubblicazione di ‘Generation Wild’ che riassume i momenti e la storia difficoltosa del gruppo; con questo disco i Crashdiet si portano a casa delle belle soddisfazioni tra cui due show sold out, nello storico Whisky A Go Go di Hollywood e alla Webster Hall di New York, e gli show di apertura per delle vere e proprie leggende, Ozzy Osbourne e i Motley Crue.

L’ultimo album pubblicato ‘The Savage Playground’ esce nel 2013, raggiunge il secondo posto nelle classifiche mainstream svedesi e viene inoltre nominato per un Grammy in Svezia. Il 2015 vede un nuovo cambio di formazione, la fine della collaborazione del con il cantante Simon Cruz; nel 2017 la band definisce la lineup definitiva e attuale: Gabriel Keyes guida e voce del gruppo, Martin Sweet alla chitarra, Peter London al basso e Eric Young alla batteria. 

La forza della band sta proprio nella loro incredibile voglia di suonare e portare il proprio messaggio rock a più persone possibili; i Crashdiet non accennano infatti a fermarsi e nel 2019 pubblicano il nuovo studio album "Rust" con il nuovo cantante Gabriel Keyes.

Attualmente i Crashdiet sono al lavoro sul sesto capitolo in studio in uscita il 18 marzo 2022 per Crusader / Golden Robot Records, con il singolo "No Man's Land" di fresca pubblicazione. "No Man's Land" racconta una storia introspettiva: guardarsi dentro e andare avanti. Un brano dalla produzione eccellente, con voci precise e corpose, supportate da un basso potente, chop di chitarra travolgenti e una solida batteria.

I CRASHDÏET  sono Gabriel Keyes  (voce), Martin Sweet (chitarre), Peter London (basso), Eric Young (batteria).

www.crashdiet.org